Bene nel lusso TOD’S e MONCLER che avanzano rispettivamente de

Borsa Milano chiude in calo trascinata da petroliferi

Traders moncler saldi uomo a lavoro in una sala operativa. REUTERS/Mohamed Abd El piumini moncler GhanyMILANO () Piazza Affari archivia in calo una seduta dominata moncler saldi anche a livello europeo dalla debolezza del settore petrolifero sulla scia del tonfo del greggio, innescato ieri dalla decisione dell’Opec di non tagliare la produzione.

Il peso piumini moncler uomo di un titolo come Eni condiziona l’andamento di tutto l’indice milanese, moncler outlet online uomo nonostante del calo dei prezzi petroliferi si avvantaggino alcune società legate al traffico sia automobilistico che aereo come Autogrill e World Duty moncler donna Free.

La seduta è anche condizionata dalla scarsa piumini moncler scontatissimi attività negli Usa, dove Wall Street ieri è rimasta ferma moncler bambino outlet per la festività del Ringraziamento e oggi chiude in anticipo.

L’indice FTSE Mib chiude in calo dello 0,43% e l’Allshare dello 0,4%. Volumi nel finale per circa 2,7 miliardi di euro.

L’indice europeo FTSEurofirst 300 è praticamente piatto.

In un comparto petrolifero che in Europa arretra del 3,5%, ENI cede il 2,7%, SAIPEM il 5,4%, mentre PRYSMIAN e TENARIS perdono il 2,2% e il 4,3% rispettivamente. In controtendenza SARAS outlet moncler che guadagna oltre il 7%.

Il mancato taglio della produzione da parte dell’Opec ha portato le quotazioni del greggio ai minimi da quattro anni. Il mercato teme che a questi livelli di prezzo i contratti moncler bambino saldi delle società di ingegneristica e costruzioni, come Saipem, possano subire dei ritardi, mentre per i produttori integrati come Eni ci siano rischi sui dividendi del prossimo anno.

Sul fronte dei rialzi si distingue TELECOM ITALIA, +1,6% in un mercato piumini moncler saldi che ragiona sui numeri di una possibile integrazione della controllata Tim Brasil e il gruppo Oi dopo un articolo del Sole 24 Ore che moncler outlet online shop evidenzia le elevate sinergie che scaturirebbero dall’operazione.

AUTOGRILL sale dell’1,4% e WORLD DUTY moncler outlet serravalle FREE dell’1,2%. moncleroutlet-i In Europa e negli Usa balzano i titoli delle moncler outlet trebaseleghe compagnie aeree che festeggiano il ribasso del moncler outlet petrolio.

Prosegue la corsa di YOOX (+3,5%) che anche oggi si accoda alla rivale tedesca ZALANDO. Bene nel lusso TOD’S e MONCLER che avanzano rispettivamente de 3,1% e dell’1,6%. La giornata odierna, il “Black Friday” negli Stati Uniti, vede solitamente i riflettori puntati sui consumi perché segna l’avvio della stagione americana dello shopping natalizio.

GTECH arretra del 2,4% in attesa dei risultati sull’esercizio del diritto di recesso per la fusione con Igt. Un trader cita un downgrade sul titolo di un broker estero.

Fuori dal paniere principale spunti positivi nel comparto editoriale con MONDADORI che prosegue la sua corsa con un rialzo del 4,5% e TELECOM ITALIA MEDIA che balza di oltre il 17%. In luce anche POLIGRAFICI con un +6% circa.

Dollaro sale su yen dopo minute Fed, euro attende verbali moncler bambino saldi BceIl dollaro è in marginale rialzo sullo yen, anche se i guadagni restano limitati dai crescenti timori di un militare occidentale in Siria, che offrono supporto alla valuta giapponese in quanto asset.

BORSA MILANO in leggero rialzo, bene oil, Snaitech corre verso prezzo OpaAvvio poco mosso per Piazza Affari come per le altre borse europee, con un settore energetico tonico e le banche in frazionale rialzo. Intorno alle 9,20 il FTSEMib sale dello 0,1%, lo Star perde lo 0,1%,.

Borse europee prudenti in moncler uomo avvio, tensioni geopolitiche in primo pianoPrevale la prudenza sulle principali Borse europee, che iniziano la seduta in ordine sparso, sulle crescenti tensioni geopolitiche con gli Stati Uniti che starebbero moncler saldi outlet preparando un intervento militare in Siria. I mercati stanno analizzando anche i messaggi e i toni della Fed che ieri sera pubblicato i

Mps: su 10 milioni piumini moncler outlet prestati a 13 partiti, 9,7 sono deterioratiIn sofferenza 8,2 milioni oggetto dell di cessione.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *